Scroll

The Silver Life

Borgo Ca’ del Becca. Nove cascine ottocentesche nei boschi

La storia di un ex-bocconiano e un’architetta di Milano che dopo aver vissuto in Inghilterra e Argentina hanno deciso di trasferirsi sulla cima (becca) di una collina in mezzo ai boschi delle Valli di Mosso, Biella.

È bello pensare che questo posto, la nostra casa di oggi, non esista. Così almeno non smetterò di cercarla. Mai.

Un recupero sapiente del borgo

I manufatti architettonici sono stati recuperati e oggi sono appartamenti offerti al turista occasionale e a chi cerca una sistemazione di medio lungo termine nella natura e con tutti i servizi per poter lavorare da remoto.

L’arte nei boschi

C’è il progetto di recuperare anche le ultime due porzioni immobiliari dove avrà sede un’area espositiva dedicata all’arte moderna. Lo spazio prevede una piccola permanente e uno spazio espositivo aperto. Il progetto prevede la possibilità di collaborare con altre realtà piu grandi del Nord Italia per offrire visibilità a piccoli ed emergenti artisti.

Fabrizio Ghilardi e Valentina Fiorio da inizio 2018 gestiscono la loro azienda agricola nelle Alpi Biellesi. L’azienda nel Borgo di famiglia abbandonato da diversi anni, si occupa di 3 progetti. Nel 2018 hanno recuperato le vecchie terrazze della proprietà piantando 2500 viti di nebbiolo. Nel 2021, arriva la prima vendemmia. Hanno scelto di gestire la coltivazione biologicamente sia nel vigneto che negli orti che curano per una piccola produzione venduta ai ristoranti della zona.