Scroll

The Silver Life

Oltrebosco è la storia di un gruppo di amici e due cascine costruite nel 1781
Un gruppo di amici che fanno altro nella vita. Persone che hanno professioni e mestieri diversi. Persone che vivono in città diverse, Torino, Milano, Aosta, Biella e dintorni o arrivano da più lontano, accomunate da amicizia e un autentico sentire per un progetto comune.
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Quando si creano cose belle si ha piacere di condividerle. OLTREBOSCO è “il luogo che cercavo”, prima lo abbiamo trovato e creato per noi e da alcuni anni per chi avrà voglia di viverlo con noi.

La storia delle due baite

Le baite Baudot e Pajet nel territorio di Oltrebosco sono state costruite nel 1781 da frati trappisti, si dice in fuga dalla rivoluzione francese, e insediatisi in Valle Elvo per la presenza di un microclima particolare favorevole alla raccolta e alla coltivazione delle piante officinali.

Tra montagna, alpeggi e santuari

Oltrebosco si trova sulla strada provinciale 512 chiamata del Tracciolino, al km 8 dal Santuario di Oropa, sotto l’impotenza del monte Mucrone e difronte alle creste del Monbarone.
Un’area tra i boschi e gli alpeggi a 1200 metri, circondato da un anfiteatro naturale di grande splendore. Una vegetazione lussureggiante che nei secoli non ha mai temuto, nella sua forza profonda e rigenerante, la presenza dell’uomo a cui ha saputo donare conoscenza ed armonia.

La valorizzazione del territorio inizia con il coinvolgimento delle persone che vivono e lavorano in Alta Valle Elvo, nell’utilizzo di prodotti a 100m/0 e non a km/0 perchè realmente provenienti dall’area di Oltrebosco, nel dare un contributo occupazionale ai giovani, nella gestione del verde, nelle attività produttive orto-frutticole e nella gestione della struttura.

Le attività sono orientate ad ogni esigenza: nell’organizzazione di attività sportive, Oltrebosco con il progetto MountainBaita è base di ecursionisti a piedi o in bicicletta, l’Area Andersen per le famiglie, l’animazione per bambini con il patrocinio UNICEF, i corsi di inglese per i ragazzi, le attività culturali all’Auditorium del Bosco, i seminari di EcologicaMente  e il Bookcrossing, le conferenze sulla Terrazza delle Piante Sapienti, i concerti dei migliori musicisti biellesi.